7 Consigli per migliorare le tue Call-to-action

  13 Giugno 2019

Cambiare semplicemente il tuo bottone di acquisto può avere un grosso impatto sul tasso di conversione…

…scopri 7 piccoli trucchetti provati che aumenteranno iscrizioni, contatti e clienti…

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Spingi il bottone…

…questo è quello che preghi che succeda ogni volta che crei una nuova offerta nel mondo digitale.

Una call to action, più comunemente chiamata CTA, è un ‘bottone’ o un link che dice ai potenziali clienti di andare avanti e accettare la tua proposta.

Se hai sempre guardato la CTA come una semplice formalità, non hai mai testato diverse varianti o non hai mai speso un qualsiasi pensiero per ottimizzarla, sei nel posto giusto.

La ‘chiamata all’azione’, letteralmente tradotta, è un elemento essenziale di ogni funnel, sales page o subscription page, e la sua forza (o debolezza) può distruggere o far vincere una campagna.

In questa piccola guida andremo a guardare più da vicino il potere della CTA, sottolineando 7 funzioni essenziali che necessitano tracciamento, analisi e ottimizzazione.

Sebbene questa guida ti darà molte idee per il testing e per l’ottimizzazione, ci sono poche regole che sono universalmente funzionanti per ogni settore/brand. Ti mostrerò degli esempi e ti spiegherò il motivo per il quale funzionane, ma per fare in modo che tu riesca ad ottenere i massimi risultati in termini di conversione del bottone della CTA, dovrai prendere questi consigli e metterli a lavoro…

…il tuo mercato target è specifico del tuo business. Devi trovare TU cosa funziona meglio.

Tutto chiaro?

Cominciamo!

1. Forma, 3D

Sicuramente avrai notato che non ho solo menzionato la ‘forma’ del tuo bottone per la CTA nel titolo di questa sezione. Questo perché io odio assolutamente le CTA che non hanno nessun tipo di personalizzazione grafica.

Un bottone che non ha profondità (o sfumatura, ombra, ecc.) non fa venire molta voglia di essere cliccato. Pensa un pochino alla psicologia dietro al click di un bottone, un rettangolo piatto non crea lo stesso tipo di desiderio che crea un bottone 3D con un’animazione quando viene cliccato o quando ci viene passato sopra il puntatore del mouse.

Quindi, il mio primo consiglio è quello di creare bottoni che hanno di ombreggiatura, forma 3D o un qualsiasi tipo di personalizzazione che faccia sembrare che abbia profondità.

Per esempio, Amazon usa bottoni di acquisto 3D che cambiano ombra quando il puntatore ci passa sopra. Se il retailer più grande del mondo lo fa, possiamo essere abbastanza sicuri che funzioni.

Prima di continuare, vorrei dire qualcosa di veloce sulla forma. Il favorito di quasi ogni business digitale è il rettangolo.

Coloro che acquistano, che si iscrivono e che accettano un’offerta sono sintonizzati con i bottoni rettangolari, nel senso che li riconoscono come CTA. È importante che tu segua questo ‘trend’/protocollo.

Tuttavia, una cosa che dovresti evitare sono bottoni rettangolare con angoli a 90°.

Si pensa che angoli così netti indirizzino i potenziali clienti lontano dal bottone e allo stesso tempo allontanino l’attenzione dalla CTA stessa. Degli angoli arrotondati, invece, catturano l’attenzione verso il centro.

Usa un rettangolo 3D con angoli arrotondati e sei a posto!

2. Testo emotivo/entusiasmante

Se non sei entusiasta, eccitato quando un potenziale cliente clicca la tua chiamata all’azione, allora perché dovrebbero esserlo loro?

Il miglio modo per condividere questa sensazione è quella di utilizzare un linguaggio emotivo ed entusiasmante nella tua CTA. Questo non significa scrivere dei copy esagerati o utilizzare un sacco di aggettivi.

Un’ottima CTA è breve (8 parole al massimo), ma allo stesso tempo in grado di suscitare le emozioni che necessiti suscitare in un cliente potenziale. Puoi farlo sottolineando un beneficio chiave o affermando la ragione della tua offerta (i.e. riduzione del prezzo).

Questo consiglio cambierà la tua CTA da un semplice ‘Prenota ora’ ad un (molto più eccitante) ‘Prenota la tua vacanza dei sogni ora!’ oppure ‘Prenota ora con il 25% di sconto!”

Come puoi vedere, entrambe le CTA hanno un punto esclamativo alla fine. Questa piccola aggiunta può creare molta più eccitazione, entusiasmo ed emozione nel copy.

3. Comandi Chiari

La tua CTA deve contenere un verbo forte e chiaro.

Ricorda, non hai un molto spazio per scrivere copy lunghi. Se vuoi davvero convertire, devi essere diretto, chiaro e conciso con l’utilizzo di verbi nella CTA.

Questo significa utilizzare parole come ‘Iscriviti’, ‘Compra’, ‘Ordina’ o ‘Scarica’. Verbi come questi dicono al visitatore esattamente cosa accadrà quando cliccheranno il bottone.

‘Ottieni’ o ‘Ricevi’ sono altri verbi che vengono comunemente usati e possono avere un effetto davvero potente, specialmente quando vengono utilizzati insieme ad un linguaggio emotivo. Comunicano chiaramente che i tuoi clienti otterranno o riceveranno qualcosa quando accettano la tua offerta.

‘Ottieni’ è un verbo molto versatile e dovrebbe essere testato insieme a verbi di comando più deboli come ‘Richiedi’ o ‘Trova’.

4. Colore

I colori influenzano molto il processo decisionale. Essi innescano emozioni diverse e possono avere un effetto catalizzante sulle tue conversioni.

Ogni marketer che abbia venduto online ha (o avrebbe dovuto) testare i colori della CTA e sicuramente ne comprenderà l’importanza.

C’è una credenza comune che vede i bottoni per l’acquisto verdi, perché dovrebbe innescare la sensazione psicologia del ‘Vai’ o del proseguire (come il semaforo). Sebbene questo sia (parzialmente) vero, abbiamo spesso testato il verde contro altri colori e non era sempre il bottone che performava meglio.

Infatti in molti di questi test, abbiamo visto che l’arancione è nella maggior parte dei casi il colore che funziona meglio.

Naturalmente non siamo gli unici marketer ad asserirlo. Amazon, anche, utilizza l’arancione come colore primario dei suoi bottoni per l’acquisto.

Quando crei una CTA, assicurati di fare degli split-test usando almeno un paio di colori. Se vuoi imparare qualcosa di più riguardo i colori nel marketing e le migliori opzioni per le tue CTA, dai un’occhiata a questa guida alla Psicologia dei colori nel marketing.

E ricorda, non esista una regola di ferro per il colore della CTA. Molto dipenderà dalle preferenze dal tuo pubblico target e la coerenza/congruenza della tua CTA con i colori del brand.

5. FOMO

Se avete già letto qualche mio articolo sicuramente sapete già cosa significa, ma se siete nuovi di queste parti ve lo ripeto volentieri.

FOMO sta letteralmente per Fear Of Missing Out, ossia ‘Paura di perdere qualcosa’, in questo caso un’occasione. Viene utilizzato per descrivere l’aumento dell’importanza di qualcosa (di solito un’offerta o un prodotto) quando un potenziale cliente sente che sta per perdere un’opportunità.

Viene solitamente evocata lanciando promozioni a tempo limitato oppure rendendo i visitatori consapevoli della quantità (limitata) dei prodotti in stock. Se hai mai visto una pagina che dice “Solo 3 disponibili” oltre alla CTA, hai visto una tattica di marketing ‘FOMO’

Questo tipo di strategia è molto motivatrice e se stai lanciando una promozione o un’offerta, dovresti considerarne l’utilizzo. Tuttavia, se pianifichi di utilizzarla nel testo della tua CTA, stai attento a non combinarla con il consiglio del testo emotivo/eccitante che ho spiegato prima.

La FOMO usa le connotazioni negative della paura (letteralmente la paura di perdere un’occasione) per incoraggiare i visitatori a prendere una decisione immediata, mentre il copy lavora sulla positività.

Cerca di non usare la FOMO in maniera disonesta, i.e. dicendo ai tuoi potenziali clienti che hai un solo prodotto rimasto in magazzino mentre in realtà ne hai 1000. Le persone non sono stupide, e basta una sola persona che se ne accorga e sparga la voce per rovinare il tuo business.

Prova delle CTA come ‘Ordina ora! 50% di sconto solo oggi!”.

6. Numeri

I numeri catalizzano facilmente l’attenzione dei visitatori e sono le informazioni che gli utenti scannerizzano quando guardano una pagina web.

La maggior parte dei potenziali clienti cercano attivamente i numeri quando scorrono una landing page (particolarmente quando stanno considerando l’acquisto). Questo perché il prezzo è cruciale per l’acquisto.

Usare i numeri può immediatamente catturare l’occhio di un potenziale cliente verso la CTA, il che è un ottimo primo passo per incoraggiarli all’acquisto.

Anche se il prezzo è incredibilmente importante per chi sta pensando di acquistare il tuo prodotto/servizio, usalo nelle tue CTA solo se dice che c’è del risparmio. I prezzi possono molto spesso funzionare da barriera psicologica, ricordando che cliccare il bottone porti a separarsi dal loro sudato denaro.

Le percentuali sono spesso una giocata più sicura (specialmente se stai facendo un’offerta promozionale) così come numeri sulla social proof (i.e. unisciti agli altri 10’000 clienti soddisfatti). Entrambe queste tattiche cattureranno l’attenzione e miglioreranno la performance delle tue CTA.

7. Split Test

È a questo punto (l’ultimo) che vorrei ricordarti che ciò che funziona per un business, non funzionerà necessariamente per il tuo. Questo è il perché è così importante fare degli split test.

Fidati di me, l’enorme differenza che un piccolo cambiamento alla tua CTA può fare ti lascerà a bocca aperta.

Per fare in modo di trovare il bottone che funziona meglio dovrai creare almeno due varianti di CTA. Se non hai il software (o il budget) per testare, alterna le varianti in determinati lassi di tempo e traccia i risultati.

Quando trovi il vincitore, testa ancora e ancora fino a che troverai il tuo optimum.

Conclusioni

Questi erano i miei 7 migliori consiglio per le CTA.

Durante la mia esperienza lavorativa in ambito digital, io e il mio team, abbiamo fatto centinaia di test e lanciato innumerevoli campagne e ad oggi siamo ancora (occasionalmente) sorpresi dai risultati.

Il mondo digitale è in continua evoluzione e ciò che funzionava ieri, non sempre continua a funzionare nel tempo.

Testare una CTA non costa molto tempo, immaginazione o risorse, quindi… Fallo!

Concentrati sul tuo mercato target e sull’elemento più forte della tua offerta, non potrai sbagliare.

Lascia un commento