La Guida definitiva ai pubblici di Facebook – Pubblici Personalizzati – Parte 2 di 3

  1 Agosto 2019

Come puoi mostrare le tue ads ad un pubblico pertinente e in target?

In questa guida spieghiamo come creare un pubblico personalizzato ottimizzato, il miglior tipo di pubblico per conversioni a basso costo e ROI pazzeschi.

Non avevo intenzione di fare le cose in questo modo, lo giuro…

… ma siccome il mio primo articolo sui Pubblici di Facebook è andato già oltre al numero di parole che mi ero imposto, ho dovuto dividere l’argomento in ben 3 parti.

Nella Prima Parte ho parlato di tutto quello che bisogna sapere per creare il tuo primo pubblico di Facebook. Un pubblico salvato è il posto perfetto per cominciare, sia per le aziende che per i marketers. Questi pubblici ti permettono di targetizzare le persone in base ai loro dati demografici, agli interessi, ai comportamenti, alla localizzazione e tantissime altre cosette interessanti…

… quindi assicurati di aver letto e compreso la Parte 1 prima di addentrarci in questo secondo capitolo.

Publici Personalizzati

Nella seconda parte della guida alle Pubblici di Facebook, parleremo di tutto ciò che riguarda i pubblici personalizzati, le cosiddette Custom Audiences.

Se sei nuovo nel mondo delle Facebook ads, questo rappresenta effettivamente il secondo passo che farai nella creazione dei tuoi pubblici. Questo perché i ‘Pubblici Salvati’ si rivolgono ad un pubblico freddo (per la maggior parte) raggiungendo persone che non hanno (ancora) mai interagito con il tuo brand prima d’ora (rendendoli, per questo, il miglior punto di partenza).

Mentre, le Custom Audiences si rivolgono a persone che (in generale) hanno già instaurato una sorta di relazione con il tuo business. Questa relazione potrebbe essere semplice come aver messo “mi piace” ad un tuo post, guardato uno dei tuoi video, visitato il tuo sito web, lasciato il proprio contatto oppure comprato un prodotto… e molto altro! (Non ti preoccupare, parleremo di tutto in questa guida).

In termini profani, i ‘Pubblici Salvati’ si rivolgono a persone che non conoscono il tuo business/brand/prodotto. I ‘Pubblici Personalizzati’ tracciano coloro che hanno interagito (in qualunque modo) con le tue ads e li mettono in un nuovo ‘Pubblico Personalizzato’.

E, siccome i membri di questo pubblico hanno già interagito con il tuo business, sono molto più propensi a compiere ulteriori azioni quando gli viene mostrata una nuova ad.

Cominci a capirci qualcosa?

Non ti preoccupare che se non è ancora tutto chiaro. Mentre ti accompagno attraverso i CINQUE tipi di Custom Audience (e le loro diverse sotto-categorie) tutto sarà più comprensibile. Alla fine di questa guida, sarai in grado di impostare una Custom Audience e capire esattamente come ottimizzarla.

Se non hai ancora creato un pubblico prima d’ora, allora la sezione ‘Pubblico’ sarà così:

Se ne hai già creati, allora vedrai una lista dei pubblici creati in precedenza e sopra la tabella, vedrai un bottone blu con scritto ‘Crea pubblico’. Quello è il punto d’inizio per il resto di questa guida:

L’emento Essenziale

Prima che tu possa creare la tua Custom Audience (anzi, la maggior parte di esse), c’è un passaggio fondamentale che non puoi permetterti di saltare. Assolutamente. Si tratta di piazzare un bel Pixel di Facebook sul tuo sito web (o sulla tua landing page, ecc.).

Un Pixel funziona come un codice di tracciamento che segue anonimamente i movimenti e le azioni di un utente che naviga sul tuo sito web o percorre il tuo funnel. Usando questo Pixel, Facebook è in grado di stabilire una serie di informazioni di grandissimo valore riguardo le persone che hanno visitato le tue pagine web, e in base ad esse sarai in grado di creare le famose Custom Audiences.

Per esempio, se qualcuno raggiunge il tuo sito web e clicca il bottone per andare all’acquisto, ma alla fine non compra, il tuo Pixel traccerà tutto quanto e sarai in grado di aggiungere queste persone ad un Pubblico Personalizzato che proverai a far convertire in un secondo momento (con una campagna differente).

La guida di Facebook per l’installazione del Pixel è molto chiara e facile da seguire. Se non hai ancora installato il tuo, ti consiglio vivamente di andare qui! È GRATUITO ed è lo strumento più potente che tu possa provare nel mondo del digital marketing. Non lo evitare!

Primo passo

Come ho spiegato nella prima edizione di questa serie pubblici di Facebook, dirigiti sul tuo Business Manager, trova ‘Risorse’ e clicca su ‘Pubblico’.

Quando ci sei, clicca su ‘Crea Pubblico’ e seleziona ‘Pubblico Personalizzato’ dal menu a tendina.

Questo procedimento porterà in primo piano le 5 opzioni per creare il tuo ‘Pubblico Personalizzato’ e sarà la base per il resto di questa guida:

Come vedi non sono proprio 5 come ti dicevo poco fa. Ma cerchiamo di dividerle in due gruppi. Il primo ‘Usa le tue origini’ comprende le prime 4 fonti per la creazione di un pubblico, Il secondo, ossia ‘Usa le origini di Facebook’ comprende la 5° fonte di traffico, ovvero l’interazione con la tua pagina Facebook o quella di Instagram. Questa 5° fonte, come puoi vedere, si divide in 6 sottocategorie che vedremo una per una, ma andiamo per gradini. Cominciamo con le ‘tue origini’.

‘Usa le tue origini’

Traffico sul sito web

Ti ricordi quando ti ho detto quanto fosse importante il Pixel di Facebook? Stai per impararne il motivo…

… Le ‘Custom Audiences’ ti permettono di creare un pubblico di utenti che hanno visitato il tuo sito web da QUALSIASI fonte e poi segmentarli in base alle azioni che hanno compiuto mentre navigavano.

Ci sono una quantità esorbitante di opzioni per la personalizzazione e la segmentazione all’interno della sezione ‘Traffico sul Sito Web’. Ciò significa che questo tipo di pubblico è adatto nella maggior parte delle campagne.

Ma andiamo a dare un’occhiata più da vicino a come funziona. La prima cosa che voglio che tu faccia è cliccare il menu a tendina con scritto ‘Tutti i visitatori del Sito Web’ come default:

Per questioni di semplicità, ci focalizzeremo sulle prime tre opzioni in alto (tutto quello al di sotto della voce ‘Dai tuoi eventi’ deve essere impostato in un’altra sezione del BM).


    1. Tutti i visitatori del sito web: questa opzione include automaticamente chiunque abbia visitato il tuo sito web (mentre il tuo pixel era attivo e tracciante). Non c’è una discriminazione in base all’azione, al comportamento o all’interazione.
    2. Persone che hanno visitato pagine web specifiche: questa opzione ti permette di creare pubblici di persone che hanno visitato determinate pagine sul tuo sito. Ci sono diversi modo per utilizzare quest’opzione… non ti preoccupare, le guarderemo meglio tra poco!
    3. Visitatori per tempo trascorso: l’ultima opzione ti permette di creare pubblici da coloro che hanno speso più tempo sul tuo sito web, più precisamente il 25%, 10% e il 5% delle persone che hanno speso più tempo.

Torneremo sul secondo punto in un momento, ma prima voglio che tu capisca come restringere o ampliare questi pubblici.

Pubblico per tempo di interazione

Una volta scelta una delle tre opzioni appena viste, sarai in grado di aggiustare la grandezza del tuo pubblico in base al numero di giorni che sono passati dal momento in cui l’evento si è verificato (i.e. il visitatore è arrivato sul tuo sito web).

Lo span di tempo che hai deciso dipenderà per la maggior parte dall’obiettivo della tua campagna, ma Facebook ti permette di tracciare dati da 1 a 180 giorni. Per molte delle tue ads, probabilmente, vorrai targetizzare le persone che hanno interagito recentemente con il tuo sito web (i.e. intorno ai 7-30 giorni).

QUALSIASI o TUTTI

Sopra al pop-up della creazione noterai un menu a tendina con ‘QUALSIASI’ selezionato come opzione di default.

Quando viene cliccato questo menu presenta due opzioni:

  1. ‘QUALSIASI’: Quando è selezionato, stai dicendo a Facebook di creare un pubblico di perone che devono soddisfare solo UNO dei criteri scelti. Questo amplierà il tuo pubblico e ti darà la possibilità di raggruppare più eventi di pixel insieme.

Vedrai che quando è selezionato ‘QUALSIASI’ un testo blu che cita ‘Includi più persone’ appare accanto al testo ‘Escludi’. Cliccando su questo link, sarai in grado di creare criteri multipli per il tuo pubblico.

  1. ‘TUTTI’: Questa opzione ti permette, invece, ti restringere il pubblico per criteri multipli. Sarai così in grado di creare pubblici di utenti che devono soddisfare OGNI campo scelto. Creerai così pubblici piccoli ma super-targetizzati.

Quando selezioni ‘TUTTI’, invece, un link blu con scritto ‘Restringi ulteriormente’ apparirà sotto ogni nuovo criterio.

Persone che hanno visitato pagine web specifiche

All’interno del pop-up per creare una custom audience basata sul ‘Traffico sul tuo sito web’, questa è (probabilmente) l’opzione più valida per i Facebook adveertisers. Creando audiences di ‘persone che hanno visitato pagine web specifiche’ sei in grado di rivolgerti nuovamente a quegli utenti con delle ads super-targetizzate.

Per esempio, se avessi un e-commerce di scarpe, potrei fare retargeting su chiunque abbia guardato le scarpe più popolari. E siccome il prospect (potenziale cliente) ha già visto quelle scarpe (il che dimostra il suo interesse), sarà molto più propenso all’acquisto rispetto a qualcuno che non le ha mai viste.

Andiamo a guardare meglio come usare e ottimizzare questa opzione di creazione di un pubblico. Comincia cliccando sul menu a tendina con scritto ‘contiene’ come opzione di default:

Le tre opzioni all’interno di questo menu determineranno quanto ampio o ristretto sarà il tuo pubblico. Prima che te le spieghi, devo sottolineare una funzione che si applica a TUTTE loro con l’aiuto del mio negozio online di scarpe.

Quando selezioni la ‘pagina specifica’ (o la parola chiave) che vorresti usare per creare il pubblico (nella casella di testo), avrai a disposizione tre opzioni:

  1. Inserire nel campo solo UN criterio per la pagina web. In questo caso sto usando la parola ‘scarpe’:
  1. Selezionare altre parole chiave o pagine web per ampliare la grandezza del pubblico. Questo dice a Facebook di creare un pubblico di tutte quelle persone che soddisfano uno qualsiasi dei criteri desiderati. Qui ho scritto ‘scarpe’, ‘stivali’ e ‘sandali’. Il mio pubblico verrà creato da persone che soddisfano almeno UNA di queste opzioni:
  1. Usare il bottone ‘E anche’ per restringere il pubblico creando dei criteri multipli che l’utente deve soddisfare INSIEME. In questo caso, stai dicendo a Facebook che deve creare un pubblico di persone che hanno visitato pagine web specifiche multiple.

RICORDA: Queste opzioni sono disponibili per TUTTE e tre le possibilità di creazione di un pubblico. Nella maggior parte dei casi, però, ti troverai in condizione di targetizzare una sola pagina specifica o una parola chiave.

Ok, adesso andiamo a vedere le nostre 3 principali opzioni di creazione:

  • ‘Contiene’: questa opzione ti permette di inserire una parola chiave che è presente nell’URL di ognuna delle pagine che desideri selezionare- Usando questa opzione puoi ri-targetizzare coloro che hanno visitato determinate categorie di prodotti o determinati contenuti all’interno del sito web.

Per esempio, se io volessi ri-targetizzare chiunque abbia visto la sezione ‘scarpe’ del mio negozio online, inserire ‘scarpe’ come parola chiave poiché l’URL delle mie pagine contiene l’estensione pertinente alla categoria. Finché l’URL contiene la parola ‘scarpe’ quell’utente farà parte del mio pubblico, i.e. www.scarpebelle.it/scarpe/sneakers e www.scarpebelle.it/scarpe/marrone saranno entrambi presenti nel mio pubblico ‘contiene’.

  • ‘non contiene’: questa opzione funziona nell’esatto opposto alla funzione ‘contiene’. Quando viene selezionata targetizzerai chiunque abbia visitato pagine che NON contengono la parola chiave selezionata.

Per esempio, se usassila parola chiave ‘scarpe’, creerei un pubblico di persone che NON HANNO visto le mie scarpe, ma sono state da qualche altra parte nel sito web.

  • ‘è uguale a’: questa opzione ha bisogno di un URL specifico e creerà un pubblico di persone che hanno visitato quella pagina web speficica.

Usare questa regola mi permette di mostrare delle ads specifiche a un pubblico di persone che hanno già visto un determinato prodotto.

Escludi pagine web specifiche​

Quando possiedi una buona comprensione di come utilizzare il pubblico di ‘persone che hanno visitato pagine web specifiche’, puoi ottimizzarli ulteriormente sfruttando l’opzione ‘escludi’.

Per chi è nuovo delle Facebook Ads, questo potrebbe sembrare confusionario e non necessario, ma in realtà è uno strumento davvero valido che renderà le tue ads molto più in target e di conseguenza ti porterà un ROI migliore.

Per aiutarmi a spiegartelo, torniamo indietro all’esempio del negozio online…

…s e stessi creando un pubblico di persone le quali tutte hanno visto le mie scarpe più popolari (con l’opzione ‘è uguale a’) e lanciassi ads a questo pubblico su queste scarpe (comunque, questo di cui sto parlando si chiama Retargeting), chiunque abbia visitato la pagina vedrebbe l’ad, e io pagherei per fare in modo che loro vedano, ma, alcuni di loro potrebbero aver già acquistato il prodotto!

Invece di fare ciò, potrei sfruttare l’opzione ‘escludi’ ed inserire l’URL esatto della mia Thank you page (la pagina che viene mostrata dopo l’acquisto).

Per capirci meglio…

Tutti coloro che hanno visitato questa pagina:
www.scarpebelle.it/scapre/scarpe-popolari

MA non hanno visitato questa pagina:
www.scarpebelle.it/thank-you-page

Chiaro? Spero di si! 😀

File Clienti

Una custom audience basata su uno o più File Clienti viene creata a partire dai dati che hai già raccolto per conto tuo.

Di solito si parla di una lista di contatti, la quale è formata per lo più da nomi, numeri di telefono e indirizzi mail. Caricando questi dati (in formato CSV, TXT o con una lista di MailChimp) Facebook è in grado di trovare le persone su questa lista (trovando le corrispondenze con le informazioni di contatto) permettendoti di creare un pubblico da esse!

Quando selezioni File clienti, Facebook ti darà 3 ulteriori possibilità tra cui scegliere:

Cominciamo dalla seconda, che è la più datata: ‘Usa un file che non include il lifetime value’

Prima di caricare la tua ‘lista’ assicurati di seguire le linee guida di Facebook sulla formattazione del file (in altre parole fai in modo che Facebook possa capire quello che hai scritto nel file). Per vedere come devi scrivere ti basta passare il mouse sugli ‘Identificatori’:

La seconda opzione che vediamo è quella riguardante MailChimp. Se usi MailChimp come CRM, questo è il miglior modo per caricare la tua lista direttamente in un pubblico Facebook.

(E questo è così chiaro da solo che non c’è bisogno che te lo spieghi nei dettagli)

La terza (in realtà prima in ordine) è ‘Usa un file che include il lifetime value cliente’.

Questa opzione ti permette di caricare una lista come CSV o TXT (esattamente come la prima opzione), ma questa puoi aggiungere un nuovo campo ai tuoi dati che rappresenta ogni LTV (life time value) individuale.

Il LTV è normalmente misurato in termini monetari, i.e. se essi non avessero ancora speso dei soldi con te il loro valore sarebbe 0, tuttavia se avessero effettuato ripetutamente degli acquisti, il loro valore potrebbe essere 1500.

Se hai la possibilità di inserire un LTV all’interno del tuo file clienti, permetterai a Facebook di scoprire chi sono i tuoi clienti con più “valore” e usare queste informazioni per creare dei pubblici Lookalike (sosia) migliori (di questi pubblici ne parleremo dopo!).

Attività nell’app

Se hai un’applicazione Android o iOS, puoi utilizzare questa opzione per creare un pubblico di utenti che hanno interagito con essa. (se non ce l’hai, puoi tranquillare saltare questa sezione).

Prima di poter utilizzare questo obiettivo, devi aver già registrato e impostato la tua applicazione all’interno della sezione ‘Gestione Eventi’ nel BM (Business Manager).

Quando sei pronto, apri la finestra per la creazione di un pubblico, clicca su ‘Attività nell’app’ e seleziona l’applicazione che vorresti utilizzare per creare il tuo pubblico.

Prima di approfondire le opzioni di targeting e spiegare come utilizzarle, ci sono delle funzioni incluse in questa opzione di cui abbiamo già parlato nella prima sezione.

Quindi per evitare la ripetizione, le sottolineerò e se hai qualche dubbio su come usarle, scrolla in alto e rileggi la parte riguardo il ‘Traffico sul sito web’.

    1. QUALSIASI o TUTTI
    2. Includere o Escludere determinati criteri
    3. Includi altro o Restringi ulteriormente

All’interno di ‘Attività nell’app’ ci sono altre opzioni di targetitazzione, vediamole più da vicino:

Avvi dell’applicazione

Questa opzione di pubblico targetizza chiunque abbia lanciato la tua applicazione. Puoi restringere ulteriormente questo pubblico selezionando uno specifico lasso temporale all’interno del box.

Questa è l’opzione di targetizzazione più ampia produrrà, per questo, il pubblico più grande.

Acquisti

Questa opzione raggruppa tutti gli utenti che hanno effettuato degli acquisti nella tua app. Così come tutte le altre opzioni, il tuo pubblico potrà essere creato in base ad un periodo di tempo, ciò significa che puoi rivolgerti a persone che hanno eseguito un acquisto recentemente, quando essi sono nel momento di maggior engagement con la tua app.

‘Acquisti’ puoi creare dei pubblici con un ritorno davvero forte, perché non tutti sono preparati a spendere soldi in un’applicazione. Coloro che lo sono fanno probabilmente parte della minoranza, quindi è effettivamente valido rivolgersi a loro nuovamente.

Livello raggiunto

Quest’ultima opzione è pertinente soprattutto per i giochi. Quando la tua applicazione è registrata e impostata nel Gestore Eventi, Facebook sarà in grado di tracciare anche i ‘livelli’.

Questo segmenta i tuoi utenti in un gruppo di persone che sono altamente ‘legate’ e hanno speso un cospicuo lasso di tempo nell’utilizzo della tua app.

Più alto imposti il ‘livello raggiunto’, più tempo avrà speso l’utente sull’applicazione.

Questa opzione può essere usata con efficacia anche impostando un livello basso, poiché molti utenti potrebbero installare l’app e poi cancellarla poco dopo.

Attività Offline

Anche ‘Attività Offline’ va impostata nel Gestore Eventi di Facebook prima di poter essere usata.

Solitamente io non uso questo tipo di pubblico e non voglio essere il classico ‘guru’ che non pratica ciò che predica, per cui non sarò in grado di guidarti attraverso questo pubblico molto a fondo, tuttavia…

…questo non significa che io non possa spiegarti cosa sia.

Questo tipo di custom audience funziona in maniera analoga a ‘File clienti’, ma, invece di caricare una lista in gruppo, puoi sia sincronizzare un software che tracci l’attività offline (i.e. un CRM per punti vendita) o aggiornare continuamente il tuo pubblico ‘Attività offline’ attraverso questo tipo di softwares.

Facebook prende le informazioni di contatto chiave dal tuo servizio di tracciamento offline (i.e. numero di telefono, indirizzo mail) e li usa per creare il pubblico.

Sebbene io comprenda perfettamente l’attrazione che esercita questo tipo di audience, non c’è alcuna sicurezza che questi pubblici interagiscano o acquistino online.

‘Usa le origini di Facebook’

Dopo aver trattato in maniere, spero, esaustiva della prima categoria, passiamo ora alla seconda, quella che veniva prima chiama ‘Interazione’.

Questo pubblico è creato da persone che hanno interagito, in qualsiasi modo, con la tua Pagina Facebook, posts, ads, video, ecc. rendendolo un pubblico perfetto per generare engagement su post o ads future.

L’interazione deve essere uno dei tuoi obiettivi fondamentali nelle tue campagne pubblicitarie su Facebook. Quest’obiettivo crea social proof, mostrando agli altri che sei un brand conosciuto, affidabile e ricercato.

All’interno del nostro pop-up per la creazione di un pubblico personalizzato ci sono 6 opzioni diverse. Guardiamole insieme!

Video

L’opzione ‘Video’ ti permette di creare pubblici di persone che hanno guardato il o i tuoi video su Facebook, Instagram o entrambi per una determinata quantità di tempo.

La quantità di tempo è divisa in 6 opzioni, muovendosi da persone che ne hanno guardato molto poco fino ad arrivare a persone che l’hanno visto quasi tutto. Puoi trovare queste opzioni cliccando sul bottone ‘Sfoglia’ sulla parte destra del pop-up ‘Video’.

Le opzioni di durata della visualizzazione sono:

  • • Persone che hanno visto almeno 3 secondi del tuo video
  • • Persone che hanno visto almeno 10 secondi del tuo video
  • • Persone che hanno visto almeno il 25% del tuo video
  • • Persone che hanno visto almeno il 50% del tuo video
  • • Persone che hanno visto almeno il 75% del tuo video
  • • Persone che hanno visto almeno il 95% del tuo video

È facile ipotizzare che qualcuno che abbia visto solo 10 secondi del tuo video non meritano di essere ri-targetizzate, ma noi abbiamo visto che anche questi pubblici sono davvero validi. Il punto ottimale per questo tipo di pubblico per interazione dipende dal tuo video, settore e tipo di contenuto (è una promo del tuo prodotto? Informativo? Che intrattiene? Ecc.)

Così come altre custom audiences, puoi anche impostare quanto vuoi che sia recente il pubblico.

I video, su Facebook, solo il contenuto più “caldo” al momento e, per questo, è difficile che il tuo video rimanga nella loro memoria. Per questa ragione consiglio di tenere questo periodo di tempo molto breve (altrimenti rischi di perdere soldi).

Modulo per l’acquisizione di contatti (Lead Form)

Se stai lanciando campagne con un Lead form (Lead Ads) su Facebook o Instragram, puoi usare questo strumento per creare un pubblico da chi ha interagito con esso.

Come potresti aver già immaginato, i lead forms vengono usati per generare leads (contatti), ovvio no? Per fare in modo che l’utente potenzialmente interessato ti lasci i propri dati devi offrire qualcosa di valoro in cambio. Questo di solido avviene in forma di contenuto.

Se hai un modulo contatti che ha performato abbastanza bene, è probabile che il contenuto che hai offerto fosse davvero un contenuto ricercato e di valore per il pubblico a cui l’hai offerto. Questo ti aiuterà sicuramente a capire meglio cosa attrae questo pubblico per le campagne future.

Prima di andare a vedere le opzioni di targeting per il pubblico da un lead form, vorrei levarmi di torno qualche faccenda.

Come molte delle custom audiences di cui abbiamo già parlato in questo post, sei in grado di usare le seguenti funzionalità:

  • –  Il criterio QUALSIASI o TUTTI
  • –  Includi o Restringi
  • –  Escludi
  • –  Lasso di tempo (Negli ultimi __ giorni)

Facebook ti permette di creare un pubblico di interazione basato sui lead forms scegliendo una di 3 opzioni. Queste le trovi cliccando sul menu a tendina su cui c’è scritto ‘Chiunque abbia aperto questo modulo’ di default. E sono:

  • –  Chiunque abbia aperto questo modulo
  • –  Persone che hanno aperto il modulo senza inviarlo
  • –  Persone che hanno aperto e inviato il modulo

Dopo aver selezionato l’opzione preferita, puoi scegliere di utilizzare tutti i tuoi lead forms (potrebbe essere un pubblico davvero ampio, dipendentemente dalle tue passate sponsorizzazioni). Ti basta NON cliccare sul testo ‘+ Seleziona moduli specifici’:

Oppure puoi cliccare sul suddetto testo blu, poi nella casella di testo che si apre puoi scegliere un form specifico o selezionarne più di uno.

Esperienze Interattive

Le esperienze interattive sono la prossima ‘big thing’ nelle Facebook Ads. Esse sono la versione aggiornata (e fatta meglio) delle vecchie e fallite Facebook Canvas.

Si aprono istantaneamente (in modo nativo su Facebook), presentano una landing page interamente personalizzabile, tracciano i dati degli utenti (con il pixel) e sono ottimizzate per il numero in continuo aumento di utenti mobile.

In questo articolo ne ho parlato un pochino!

Quando stai usando (e ne capisci qualcosa) le Esperienze Interattive, puoi usare questa opzione per la creazione di un pubblico molto in target.

Questo tipo di pubblico viene creato in modo molto simile a quello dei lead forms. Comincia cliccando sul menu a discesa con scritto ‘Persone che hanno aperto questa Esperienza Interattiva ‘ (a dire il vero adesso è scritto ancora in inglese, quindi leggerai ‘People who opened this Instant Experience’) e clicca su una delle due opzioni:

  • • People who opened this Instant Experience: questo targetizza tutti coloro che hanno cliccato sulla tua ad (ampio)
  • • People who clicked any links in this Instant Experience: questo targetizza chiunque abbia cliccato su una qualsiasi delle CTA all’interno (più ristretto)

Puoi sia decidere di creare questo pubblico da TUTTE le tue Instant Experiences oppure sceglierne di specifiche (esattamente come i lead forms).

Prima di usare questo pubblico, ricorda che le Esperienze Interattive vengono mostrate solo agli utenti mobile. Questo significa che il mobile è verosimilmente il loro device preferito.

Profilo Instagram Aziendale

Questo tipo di pubblico si incentra esclusivamente sull’Account di Instagram Aziendale (d’altronde lo dice il nome), perciò assicurati che il tuo sia collegato e sincronizzato prima di usare questo pubblico.

Come ti aspetterai, verrà creato un pubblico di perone che hanno interagito con il tuo account biz di Instagram (in qualche modo). Questo ti permette di lanciare ads su di loro su Facebook o continuare su IG.

Ci sono 5 opzioni di targeting tra cui scegliere. Li trovi nel solito menu a tendina, in questo c’è scritto ‘Chiunque abbia interagito con la tua azienda’:

  • –  Chiunque abbia interagito con la tua azienda
  • –  Chiunque abbia visitato il tuo profilo aziendale
  • –  Persone che hanno interagito con qualsiasi post o inserzione
  • –  Persone che hanno inviato un messaggio al tuo profilo aziendale
  • –  Persone che hanno salvato un post o un’inserzione

Puoi, anche qui, aggiungere opzioni per la restrizione del pubblico (utilizzando la funzione TUTTI), ampliare il tuo pubblico (usando QUALSIASI) e decidere quando tempo passa prima di scartare gli utenti da questo pubblico (usando ‘Negli ultimi __ giorni’).

Eventi

Questo pubblico è creato da persone che hanno interagito con un Evento che hai creato su Facebook.

Come agenzia, abbiamo tonnellate di esperienza con la promozione di eventi. Raccomando fortemente di creare delle landing pages FUORI da Facebook, comunque, se stai utilizzando gli Eventi di Facebook, sei in grado di creare un pubblico di chiunque abbia interagito con i post o le ad del tuo evento.

Ci sono 8 opzioni disponibili per la creazione e le trovi cliccando sul menu con scritto ‘Persone che hanno risposto Mi interessa o Parteciperò’.

Il resto della creazione del pubblico è esattamente uguale ai pubblici che abbiamo appena visto, quindi non serve che io spenda parole superflue.

Tuttavia, non consiglio a nessuno di utilizzare gli eventi di Facebook per niente se non per dei meet-up o delle feste informali, ma se li usi, queste sono le opzioni disponibili.

Pagina di Facebook

Per ultimo, in ordine, c’è l’opzione per creare un pubblico partendo dalle varie interazioni con la tua Pagina Facebook.

Questa opzione si spiega praticamente da sola. La creazione di questo pubblico avviene proprio come gli ultimi, stessi criteri di esclusione e inclusione, di restrizione e ampiamento.

Le opzioni disponibili sono queste:

Come vedi, sono molto simili a quelle di Instagram.

Non mi sembra ci sia altro da dire, quindi passiamo pure alle conclusioni!

Conclusioni

… e puoi respirare!

Anche in questo articolo abbiamo trattato tantissime informazioni, ma è solo la parte 2 di 3!

Abbiamo, quindi, visto i ‘Pubblici Salvati’ nel primo articolo di questa serie sui pubblici di Facebook. Queso articolo, invece, ha trattato di TUTTE le possibili opzioni per creare un ‘Pubblico personalizzato’… e nel prossimo, parleremo in dettaglio delle Lookalikes!

Questa guida è stata pensata per essere semplice e concisa, volevo che fosse tutta in un articolo, ma allo stesso tempo non voglio assolutamente lasciare da parte nessuna informazione!

Quindi, ci vediamo nel prossimo articolo, la parte 3! Adesso le mie dita hanno bisogno di una pausa.

Lascia un commento

Inserisci i dati e scarica subito il contenuto gratuito!

I tuoi dati sono al sicuro, niente spam!